(function() { (function(){function c(a){this.t={};this.tick=function(a,c,b){var d=void 0!=b?b:(new Date).getTime();this.t[a]=[d,c];if(void 0==b)try{window.console.timeStamp("CSI/"+a)}catch(l){}};this.tick("start",null,a)}var a;if(window.performance)var e=(a=window.performance.timing)&&a.responseStart;var h=0=b&&(window.jstiming.srt=e-b)}if(a){var d=window.jstiming.load;0=b&&(d.tick("_wtsrt",void 0,b),d.tick("wtsrt_","_wtsrt", e),d.tick("tbsd_","wtsrt_"))}try{a=null,window.chrome&&window.chrome.csi&&(a=Math.floor(window.chrome.csi().pageT),d&&0=c&&window.jstiming.load.tick("aft")};var f=!1;function g(){f||(f=!0,window.jstiming.load.tick("firstScrollTime"))}window.addEventListener?window.addEventListener("scroll",g,!1):window.attachEvent("onscroll",g); })();

giovedì, febbraio 16, 2006

Il Panthéon


Gravemente malato nel 1744, Luigi XV fa il voto che in caso di guarigione farà sostituire l’abbazia di Ste-Geneviève che cadeva a pezzi, con una nuova chiesa: il Panthéon. Soufflot, l’architetto di questo mangnifico monumento era il fratello della marchesa di Pompadour la “favorite du Rois”.
Nel 1791, la Costituente ferma i lavori della chiesa e ne fa un’immensa cripta che riceverà i corpi dei “Grandes Hommes” che contribuirono alla libertà francese: questo sarà il Panthéon. Custodirà uomini come Mirabeau, Voltaire, Rousseau. Sulla facciata si può leggere la frase “Aux Grands Hommes la patrie reconnaissante"(Ai Grandi uomini la patria riconoscente).
L’architettura. Soufflot realizza un monumento di 110 metri di lunghezza e 83 metri di altezza costruito nello stile architettonico greco-romano. Quando si guarda l’edificio dall’alto, si nota la sua forma a “Croce Greca” sormontata da una cupola, il tutto si poggia su una cripta dove furono interrati i monaci di Ste Genevieviève. Iniziata nel 1758, la costruzione si terminera nel 1789. La facciata del Panthéon presenta alternativamente scene religiose e laiche che riflettono i ruoli successivi dell’edificio. Le panthéon che si poò ammirare oggi non ha più niente a che vedere con quello del 1789. In effetti, le Torri sono state demolite, le facciate sono state rifatte e le finestre ostruite. Due piani sono stati innalzati al campanile. All’interno si ritrova il Pendolo di Foucault, che rappresenta la prova vivente della rotazione della terra.
La cripta. Si estende sotto tutto l’edificio, oggi custodisce le spoglie di 40 dignitari del Primo Impero, la tomba di Zola, Rousseau, Jaurès, Moulin, Monnet, Pierre et Marie Curie et Malraux. Ci sono in tutto 67 tombe.
Curiosità.Si racconta che minacciato dall’umidità del suolo , l’edificio sarebbe stato salvato dall’ingegnosità di un architetto che aveva avuto l’idea di sollevare il Panthéon per iniettare alla base del piombo fuso. Il metodo? Praticare ad intervalli regolari dei buchi tutto intorno alla base dell’edificio, riempire questi buchi di segatura e innaffiato copiosamente il tutto. La segatura bagnata avrebbe allora, gonfiandosi, sollevato il tutto di qualche millimetro, sufficiente per colarci dentro del piombo fuso. Asciugandosi la segatura avrebbe allora deposto dolcemente il Panthéon sulla propria base
Informazioni utili.Aperto tutti i giorni:
Estate dalle 9:30 alle 18h30. Inverno dalle 10:00 alle 18:15.
Chiuso il 1 gennaio, il 1 marzo e il 25 dicembre

Métro linea 10: Cardinal Lemoine

Bus : 21, 27, 38, 84, 85, 89
RER B : Luxembourg

2 Comments:

Blogger mmking said...

ma e' bellissimo il tuo blog!!! fai pure la modesta...
a presto! MmKing

3:00 PM  
Anonymous Anonimo said...

Salve,
volevo invitare l'autore di questo blog e tutti i suoi lettori a pubblicare i vostri articoli (interessanti ;) ) sul nuovo sito:
http://www.articolis.com

Vi aspetto numerosi

5:18 PM  

Posta un commento

<< Home